Il Presidente Mattarella ad Amatrice evidenzia l’importanza delle aree interne. Uncem: “Grazie Presidente, la politica deve ascoltarla.”

0
120

“Ringraziamo ancora una volta il Presidente Mattarella per le parole pronunciate stamani ad Amatrice relative all’importanza delle aree interne. In questa settimana, due interventi del Capo dello Stato hanno messo in luce la forza del Paese vero, fatto di migliaia di borghi e piccoli Comuni, come detto a Bologna all’evento di Poste Italiane, e di aree montane e interne, fragili e impegnate in un grande processo di rinascita in particolare dopo il terremoto”.

Lo afferma il Presidente Uncem, Marco Bussone, a poche ore dalla visita del Presidente Mattarella all’Istituto Omnicomprensivo Capranica di Amatrice.

Queste le parole del Presidente della Repubblica: “È un elemento importante per la vita complessiva del nostro Paese, anche perché si tratta delle nostre aree interne che sono non soltanto preziose, ma essenziali al nostro Paese, alla sua vita sociale, economica, storica e culturale. Le aree interne, non meno delle zone urbane e delle aree metropolitane, sono protagoniste della vita del nostro Paese e vanno tutelate e rassicurate con opportunità pari a quelle delle grandi città. E naturalmente, in questa fascia così ampia colpita dai terremoti, va garantita la ricostruzione perché le aree interne riprendano piena vitalità e dinamicità”.

“Non passa settimana che il Presidente non richiami la vitalità delle aree interne dell’Italia – riflette Bussone – Un monito per la politica, per le istituzioni, per il mondo economico, sociale e datoriale. Ciascuno deve fare la sua parte, credendo nei processi di crescita, sviluppo, differenziazione delle norme per la metà del Paese che è montano, Alpi e Appennino, fragile, coperto da foreste, a rischio desertificazione, frane, dissesto, sisma. Investire per la prevenzione si unisce alla organizzazione differente dei servizi che va garantita ad esempio proseguendo e rafforzando la Strategia nazionale per le Aree interne, ovvero con una migliore e più efficace pianificazione dei fondi europei della nuova programmazione, individuando sistemi fiscali di vantaggio per le imprese, potenziando le opportunità degli Enti locali e i servizi erogati assieme a imprese e terzo settore.

Pilastri di una nuova crescita, emblema di una nuova visione del Paese che il Presidente Mattarella ha chiarissima e descrive impegnando tutti su fronti diversi dal passato nel quale le aree urbane erano il fulcro di tutte le politiche e al di fuori vi era il margine dell’impero al quale dare qualche mancia o un po’ di assistenza.

Uncem ringrazia il Presidente Mattarella per questa grande, appassionata e fiduciosa attenzione”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here